Avventure tragicomiche di una supplente di Beatrice Viola

DSCN4302

Con due settimane di ritardo, anche quest’anno per la Supplente è suonata la campanella d’inizio scuola, aprendo una parentesi che non è dato sapere quando si chiuderà. “Fino ad avente diritto” si legge infatti sul suo contratto. Sostituisce una docente che, in congedo di maternità, è rimasta in Sicilia con i suoi due gemellini. Dopo una lunga lunghissima estate, la Supplente è grata ai parti plurimi e alla Sicilia, al governo che non ha abbattuto la supplentite, all’autunno che sa di primavera, con il suo rifiorire di opportunità… D’altronde, ha conquistato nuovamente un posto in una scuola e avrà uno stipendio! Una raccolta di incontri, luoghi e stupori durante anni di insegnamento precario: dagli aspiranti meccanici un po’ bulli un po’ belli ai nanetti montani e lontani, ai giovani molto tecnici e professionali, il tutto passando per i gironi infernali dell’INPS e le incertezze che il futuro le riserva. Perché la Supplente si sente un punticino dentro una grande macchina ma, nonostante le numerose difficoltà e incognite, non perde il suo sguardo ironico e riconosce la bellezza della scuola e del mestiere che ha scelto. Un libro che racconta in modo sarcastico e travolgente le fatiche quotidiane di una supplente.

Divertente e spassoso. L’autrice (che usa uno pseudonimo) è la stessa del blog DIceBeatrice (http://www.dicebeatrice.it/), e ripercorre i favolosi anni dedicati alla supplenza. Dagli improbabili lavori sperduti sui monti, passando dagli istituti di formazione professionale fino alle “vacanze” (attenzione vacanze, non ferie, in quanto non retribuite). Sono proprio i ragazzi che studiano per diventare meccanici (gli h’spiranti mekkanici) a dare il via alla vita di Supplente della protagonista. Un inizio importante, perché i ragazzi provengono da ambienti molto diversi, e a scuola ci stanno il minimo indispensabile. Tra grandi approfondimenti in ogni campo culturale, alle gite di gruppo, i mekkanici riflettono anche su tematiche cinematografiche:

Un qualche miglioramento, però, si riscontra al secondo film – Colpa delle stelle – che è visto fino alla fine. Certo, l’atmosfera è tutta garbo («Ma quando scopano fi’») e cortesia («Lo so come finisce…Questa puttana muore») e alla visione segue pure una svelta, ma incisiva, discussione («Mi ha fatto cagare, ma proprio cagare, profe»).

Senza contare i compiti e le verifiche:

Gli h’spiranti mekkanici, di tanto in tanto, hanno la verifica. Questi i dati dell’ultima:

Pagine da studiare: 6.

Mesi passati sulle 6 pagine: 2.

Allievi: 19.

Allievi che dichiarano di ignorare che ci fosse la verifica: 19.

Allievi fuori dalla porta: 1, ma sempre diverso.

Allievi sorpresi a copiare: 7.

Allievi che negano di aver copiato: 7.

Allievi che consegnano in bianco: 2.

Allievi che consegnano quasi in bianco: 7.

Allievi che consegnano la prova quasi completa: 3.

Sospetti sull’autenticità delle 3 prove quasi complete: moltissimi.

Ritornello strillato per concentrarsi: «Prendo bottiglia ti ammazzo famiglia! Prendo coltello ti taglio pisello!».

Morale 1: abolire le verifiche.

Morale 2: abolire gli h’spiranti mekkanici.

 Mi ha divertito e, come nell’intento dell’autrice (credo), fatto riflettere sulla difficoltà del precariato nel mondo dell’insegnamento scolastico. Sono moltissime le persone plurilaureate e preparate che per anni rimangono nel limbo delle supplenze, delle sostituzioni temporanee, delle chiamate per tappare i buchi. Persone valide, motivate, ma che dopo anni di incertezza magari gettano la spugna per fare altro. Che tristezza.

P.s. I casi della vita: avevo prenotato questo libro un mesetto fa, ma è arrivato solo adesso, mentre anch’io sto facendo supplenze. Yeaaah.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...