Canale Mussolini tratto dal romanzo di Antonio Pennacchi

dav
dav

Edito dalla Tunuè, questa graphic dai tratti splendidi e dalle colorazioni volutamente stringate ai toni dell’ocra, grigio e marrone (richiamo ai campi che fanno da sottofondo alla storia) è molto particolare. E mi spiego: io non ho letto il romanzo vincitore del premio Strega da cui è stata tratta questo rendimento grafico. E qui sta il problema: perché la graphic novel è pensata per un pubblico che già conosce la storia della famiglia Peruzzi. Anche la scelta, storicamente accurata e valida, di far parlare i embri della famiglia in emiliano (la prima parte della storia si svolge nei dintorni di Ferrara), non ha agevolato lo scorrimento. Così come la somiglianza tra tutti i personaggi. Una somiglianza cercata e voluta, perché si tratta di fratelli, di zii, di nipoti. Eppure io ho faticato non poco a tenere il passo.

Ora sono curiosa di prendere in mano il romanzo da cui è tratta!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...