Pensierino brevino sulla saga de l’Attraversaspecchi di Christelle Dabos

Trama de Fidanzati dell’inverno, primo volume:

In un universo composto da ventuno arche, tante quanti sono i pianeti che orbitano intorno a quella che fu la Terra, vive Ofelia. Originaria dell’arca “Anima”, è una ragazza timida, goffa e un po’ miope ma con due doni particolari: può attraversare gli specchi e leggere il passato degli oggetti. Lavora come curatrice di un museo finché le Decane della città decidono di darla in sposa al nobile Thorn, della potente famiglia dei Draghi. Questo significa trasferirsi su un’altra arca, “Polo”, molto più fredda e inospitale di Anima, abitata da bestie giganti e famiglie sempre in lotta tra loro. Ma per quale scopo è stata scelta proprio lei? Tra oggetti capricciosi, illusioni ottiche, mondi galleggianti e lotte di potere, Ofelia scoprirà di essere la chiave fondamentale di un enigma da cui potrebbe dipendere il destino del suo mondo. Fidanzati dell’inverno è il primo capitolo di una saga ricca e appassionante che sta conquistando migliaia di lettori giovani e adulti.

Questa saga è composta da 4 volumi, con delle copertine splendide edite dalle Edizioni e/o, che ha curato un lavoro magistrale anche per quanto riguarda una traduzione non semplicissima (a cura di Alberto Bracci Testasecca).

La storia parte come una normale saga young adult – anzi decisamente superiore di livello –, ma si trasforma ben presto in una complessa struttura con riferimenti filosofici, morali ed etici. Nel quarto libro, per esempio, c’è una riflessione sull’impossibilità di avere figli per una ragazza, un tema a dir poco inconsueto per un pubblico giovane.

Questa saga secondo me è pensata per un pubblico leggermente più adulto; soprattutto negli ultimi volumi la storia si intreccia di questioni filosofiche non immediate. Poi magari sono io che sottovaluto i gggggiovani: se penso alla me stessa di 16-18 anni non sono sicura che sarei riuscita ad apprezzare appieno i romanzi.

Romanzi che diventano via via più complessi e difficili da descrivere. Ne consiglio una lettura sequenziale (cioè senza pause tra l’uno e l’altro), perché se no moltissimi legami tra primo e quarto volume vanno perduti.

So che molti non hanno amato il finale e il quarto volume più in generale; secondo me è in tono col resto della serie e il finale-finale, se proprio devo trovare una pecca è quello di essere troppo simile a quello del secondo volume.

Tutti i romanzi seguono la stessa formula: Ofelia deve risolvere un mistero e per farlo deve andare sotto copertura e nascondere la propria identità, rischiando la vita. Questa è una costante in tutti i volumi. Ovviamente c’è un discorso molto ampio sul world building creato ad arte, di questo mondo futuro – o fantasy – separato e in cui esistono delle arche guidate da spiriti di famiglia con determinati poteri: Ofelia viene dall’Arca di Anima, ed ha il potere di animare e leggere gli oggetti. La lettura degli oggetti significa, al tocco, scoprirne origine e persone che ne sono venuti in contatto.

Purtroppissimo non posso scrivere molto altro sull’intera saga perché rischierei enormi spoiler: quello che posso dire è che il primo volume l’ho amato tantissimo (anche per una protagonista e una storia d’amore atipiche). Nel secondo la trama si fa più complessa e più basata sull’inganno, l’illusione. Nel terzo, ma soprattutto nel quarto, la complessità del sistema creato dalla Dabos, il suo world building, trovano una spiegazione ingegnosa ma anche cervellotica. Ribadisco, alcuni temi affrontanti sfociano nell’etica pura, di non proprio facilissima comprensione (oppure sono io capra e non sono riuscita a stare a dietro a tutte le rivelazioni).

È una saga di cui avrei dovuto (e voluto) parlare meglio, di più, dedicando ad ogni singolo libro un post specifico (e comunque sarebbe stato riduttivo).

Riassumendo: è una storia consigliata? SI! Anche perché secondo me è una di quelle saghe che ad ogni lettura ti arricchisce, scopri un altro pezzo, ti accorgi di un nuovo dettaglio, fai collegamenti che prima non avevi visto…insomma romanzi da rileggere più e più volte.

Di nuovo un enorme plauso alle Edizioni e/o che sono riuscite a fare il colpaccio e “rubare” un fantasy YA alla Oscar Vault, che pare detenere il monopolio in Italia (lo so, lo so ci sono un sacco di altre casine che pubblicano YA fantasy, come la Fanucci e la Nord. Ma se pensate ai grandi successi editoriali sono quasi tutti nelle mani della Mondadori).

5 Comments

  1. Anch’io ho amato molto questa saga, anche se resto sottilmente delusa dall’ultimo libro, che risulta un po’ caotico e sacrifica una chiarezza di trama a riflessioni filosofiche…resta una saga da leggere, ma purtroppo (e non solo nella love story!), mi ha lasciato un po’ insoddisfatta (ne avevo parlato diffusamente nel mio blog)

    "Mi piace"

    1. mah, devo dire che secondo me il finale delude perchè si perde in questioni filosofiche/entologiche e pure teologiche un po’ eccessive MA, devo essere sincera, la considero comunque una saga decisamente migliore della media degli YA. Un punto che non mi ha convinto è il finale di Thorn, così come la sua relazione con Ofelia che diventa un pochino prevedibile. Però io la consiglierei un sacco (ecco, forse non agli adolescenti di 15 anni, ma magari li sto sottostimando io). 🙂

      Piace a 1 persona

      1. Sì, sicuramente la relazione con Thorn perde l’appeal che aveva avuto nei primi tre libri, ma sono stata delusa anche dalla sorte degli spiriti di famiglia (anche se capisco il perché di quella sorte) e sì, il modo in cui viene trattato il Corno dell’abbondanza (e anche il Rovescio) è un po’ troppo filosofico… Anche se anch’io confermo l’idea di consigliarla! Per i più giovani può essere una lettura comunque simpatica, anche se sicuramente sfuggirebbe la sfumatura filosofica-ecc (e quindi il finale sarebbe magari una delusione anche per loro)

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...