Dantedì: Dante per bambini & ragazzi (e adulti). Cantica I

Quest’anno si celebrano i 700 anni dalla morte di Dante (1321-2021), ma la scuola è chiusa, quindi saranno poche le maestre che avranno l’occasione, nelle scarse ore di DAD, di presentare Dante Alighieri.

Io sono qui per proporre alcuni titoli pensati specificatamente per un pubblico di giovanissimi – bambini di quinta elementare o delle medie – il Sommo Poeta e la Divina Commedia.

Dividerò l’articolo in 3 parti Cantiche: in questo articolo mi concentro sui libri per BAMBINI, la seconda parte invece è per RAGAZZI (quindi dalle medie in poi), l’ultima per ADULTI. Come sempre è una divisione da prendere con le pinze più lunghe del mondo, perché ognuno è diverso.

Altro avvertimento: mi sarebbe piaciuto essere esaustiva sull’argomento e presentare una bibliografia completa di Dante per bambini&ragazzi. Ma, purtroppo, non ce la faccio. Sia perché ho sottostimato il mercato, sia perché molti lavori sono usciti da poco, a marzo di quest’anno, in occasione del settecentesimo anniversario dalla morte di Dante, e quindi le biblioteche non hanno ancora acquistato i libri e non ho potuto dargli un’occhiata.

Cominciamo subito!

Anzi, no, ulteriore precisazione: purtroppo non sono riuscita a mettere le mie manacce su TUTTA la produzione sul Sommo Poeta che c’è in circolazione. Per esempio, non sono riuscita a recuperare Il mio amico Dante, la versione di Geronimo Stilton della Commedia. E questo mi è dispiaciuto moltissimo perché, sebbene personalmente non abbia mai letto Geronimo, posso assicurare che è una garanzia tra i bambini e i ragazzini delle elementari a volte anche medie: dalla seconda alla quinta della primaria mi è capitato di incrociare bambini che leggessero Geronimo, quindi sono contentissima che anche il personaggio abbia creato qualcosa in tema Dante (d’altronde Geronimo ha revisionato tutti i classici, da Piccole donne a Peter Pan).

Stessa sorte per PaperDante, una pubblicazione Giunti uscita proprio questo mese, in ricordo del 700° anniversario della morte del Poeta (ma non è il primo fumetto della Disney: una versione della Divina Commedia risale ancora al 1949 (e l’età si sente tutta, questa versione ce l’ho a casa anche io!). La seconda storia a fumetti invece vede protagonista Paperino, accompagnato da un Archimede-Virgilio, e risale al 1987 (e questa sarei curiosa di recuperarla).

Il nuovo fumetto – di cui ho visto solo la presentazione video della CE, offre una versione inedita dell’infanzia di Dante, ma non tutta a fumetti: i disegni di Dante – con le fattezze di un papero giovanissimo – accompagnano il testo scritto (mi sembra un po’ una fregatura, io volevo tutto fumetto).

Per visualizzare un’anteprima, date un’occhiata al video (dura 1 minuto)

Altri titoli invece non li ho presi perché sono abbastanza “vecchi”: In una selva oscura. Il racconto di Dante, di Ermanno Detti, un testo pensato per le scuole, è del 1996 e attualmente fuori catalogo (poi magari è un’edizione eccezionale e ho fatto male a perdermela); un’altra piccola perla ormai super datata è una trilogia della casa editrice Mursia, divisa in tre volumi separati, una per ciascuna Cantica, iniziata nel 1994 e terminata due anni dopo.

CORREZIONE! Ho preso L’inferno della Mursia, ed è fatto sorprendentemente bene: uscito nel 1994 il testo ha una resa che non fa sentire per nulla i quasi 30 anni passati dalla sua pubblicazione. Le immagini sono datate, ma comunque efficaci e svolgono benissimo il loro lavoro!

Un grande plauso – e menzione d’onore – spetta alla casa editrice Federighi editore (Hai cercato dante | Federighi Editori), che di Dante si è occupata con ben 5 volumi, molti editi anche in lingue straniere:

  • Dante Alighieri – Una vita;
  • Dante per gioco – L’inferno;
  • Dante per gioco – Il Purgatorio;
  • Dante per gioco – Il Paradiso;
  • Gioca con Dante Alighieri.

Di questi ho preso in biblioteca Dante per gioco – L’Inferno, per avere un’idea, che si propone di riassumere l’inferno dantesco. Si tratta di 54 pagine illustrate, con un testo che riassume e semplifica la Divina Commedia. Personalmente le illustrazioni non mi hanno fatto impazzire (ok, l’illustratrice mi perdoni, secondo me sono inguardabili); sui testi invece si è cercato di ipersemplificare la storia di Dante. Da un lato capisco la complessità di riprodurre il testo sinteticamente e rendendolo più chiaro possibile; dall’altro l’avventura dantesca mi appare poco avventurosa e molto caotica (che sì, è la Divina Commedia, ma forse non intrattiene abbastanza dei ragazzini).

Invece ho solo guardato online la preview di Gioca con Dante Alighieri ed è una figata pazzesca, sono stata tentatissima di comprarlo perchè sembra carinissimo! Qui sotto posto alcune foto della preview, si tratta di giochi per conoscere meglio Dante, il periodo in cui visse e la società che lo circondava.

Potete trovare le altre pagine qui:Gioca con Dante Alighieri | Federighi Editori
  • Passo poi ad un altro libro, ormai un classico nel suo genere, La divina avventura. Il fantastico viaggio di Dante, delle Edizioni Coccole Books (testi di Enrico Cerni e Franscesca Gambino; illustrazioni di Maria Distefano). Sono 109 pagine totali per le tre cantiche combinate. Di questo libricino ho amato la scelta di mantenere la rima (non quella dantesca), che ho trovato molto molto azzeccata; il linguaggio mi sembra un tantino complesso e può risultare poco comprensibile se non si è prima introdotto e spiegato cosa accade. Anche qui, i disegni non mi hanno convinto appieno, ma il fatto che gli autori siano riusciti a riassumere l’intera Commedia e lo abbiano fatto in rima mi lascia sbalordita. Chapeau.
Libro La divina avventura. Il fantastico viaggio di Dante ...
  • Della collana Grandissimi delle Edizioni El, ecco la biografia di Dante sommo poeta, di Beatrice Masini (2016). Questa collana ha il pregio di un prezzo contenutissimo per dei contenuti molto validi. Parlando delle casualità: l’autrice si chiama Beatrice (non so, questa coincidenza mi ha ispirato teorie complottistiche che sembravo Adam Kadmon in Mistero). 71 pagine in cui si ripercorre la vita di Dante (dove, ovviamente, focus centrale è l’amore per Beatrice). Un lungo capitolo è dedicato alla Divina Commedia e al suo riassuntone. Questa collana è splendida e molto molto molto valida, il risultato è valido e molto azzeccato per bambini dai 9 anni circa.
Dante, sommo poeta - Masini/Fiorin | Edizioni EL | 9788847733947
  • Un piccolo gioiello grafico uscito nel 2018 per la NuovaFrontiera è La Divina Commedia raccontata da Paolo di Paolo, con le illustrazioni di Matteo Berton. È un libricino (106 pagine) SPLENDIDO, un riassuntino delle tre cantiche. Bellissimo. Le illustrazioni mi hanno conquistata: i colori, sul tono del bordeaux, verde e panna, sono intrecci di linee rette che solo raramente cedono e diventano curve. Sono bellissime!!!! Il libro è consigliato dai 9 anni (come sempre, lascio il giudizio a voi, metto apposta qualche foto del testo per farvi un’idea generale). Devo ammettere che questa è la mia opera preferita tra quelle finora proposte, però, lo ammetto, si tratta di un parere personale, senza alcun riscontro con bambini dell’età specifica indicata.
  • Dante, il mi’ babbo scritto da Chiara Lossani e illustrato da Michael Bardeggia, edizioni ARKA 2020 (64 pagine). Allora, a me il libro e l’idea di base piace, e tanto. Protagonista della storia è Enrica, figlia di Dante. A raccontare la storia del padre, e di tutta la Divina Commedia (molto molto velocemente) è Giovanni (che, si scopre alla fine, essere Boccaccio! Spoiler!). La storia è molto molto carina, non so quanto sia accessibile ad un bambino senza una conoscenza pregressa di Dante e della sua opera. E poi, le immagini. Io sono una piaga rognosa, ma queste immagini mi hanno distratto tantissimo.  Non le ho neanche capite tutte (perché, PERCHÉ c’è una scimmietta che spunta qua e là?).  Di nuovo, il mio parere non è supportato dal parere di un bambino, cioè il target di riferimento. Il testo mi è piaciuto moltissimo, anche la scelta originalissima di far parlare la figlia di Dante, Enrica (Dante ebbe 5 figli, o meglio: sono stati tramandati i nomi di 5 figli/figlie).
  • Con Dante c’ero anch’io di Paola Santini, edito dall’editrice Ardea, collana i Classici-Supermangialibri. A partire dagli 8 anni (ho perplessità). Il racconto segue Dante nella sua avventura nell’oltretomba, con un twist: a seguire Virgilio e Dante c’è anche Oreste, un bambino pestifero, e il suo gatto. Questo è un testo pensato specificatamente per le scuole, con delle schede didattiche all’interno. Da un lato mi piaceva l’idea di scegliere un bambino come viaggiatore, ma la storia è confusissima, perché il narratore resta Dante. Mi piace anche l’idea che Oreste sia alla ricerca del nonno e vede anche persone che conosce, come compagni di scuola, bidelle…A volte ci si discosta parecchio dal testo originale, anche con risultati divertenti: le 7 P che l’angelo disegna sulla fronte di Dante – simbolo dei peccati capitali – diventano Per Piacere Piangi Perché Puoi Passare in Paradiso.

Dante e il circolo segreto dei poeti di Silvia Vecchini, edito da Lapis nella collana Sì, sono io (“Le avventure dei grandi personaggi quando ancora grandi non erano”). La copertina del mio libro è diverso (questa è una ristampa; la versione che ho io è del 2010). Questo è un romanzo vero e proprio con una storia a sé, originale. Vede come protagonista Dante e i suoi amici poeti, Guido Cavalcanti in testa. La storia è ambientata quando Dante ha 12 anni, ed entra a far parte di un gruppo segretissimo di ragazzini che scrivono poesie…solo che, per accedere al circolo, deve affrontare diverse prove temibili! Ufficialmente Dante incontra la Bea solo due volte, quando lui ha 9 e 18 anni, ma in questo romanzo si incontrano anche a 12 anni, e si scambiano diverse parole! Tra tutti i libri proposti è quello meno storico, e meno centrato sulla Divina Commedia. Proprio per questo sembra un modo ideale per presentare Dante, come un ragazzino uguale agli altri, che ha voglia di avventure e che si innamora di un’altra bambina, sua coetanea. In tutto sono 162 pagine, quindi una lettura non proprio brevissima, che l’editore consiglia a partire dai 9 agli 11 anni (per la milionesima volta: è indicativo).

9788878743984-dante-e-il-circolo-segreto-dei-poeti

Di molti altri titoli invece mi limiterò a citare il titolo, non avendo potuto visionarne il contenuto se non tramite preview. Ci tengo a specificare che di molti titoli è quasi impossibile vedere almeno una o due pagine di contenuto, per farsi un’idea generale dell’opera e del pubblico di riferimento (perché sì, va bene scrivere ‘dai 9 anni’, ma poi dipende da bambino a bambino).

  • La Divina Commedia a cura di Giovanni Balivo e Angela Cristallo, Bellerofonte editore, 208 pagine (2014); attualmente fuori catalogo;
  • La Divina Commedia raccontata da Gabriella Santini, edita dalla casa editrice Raffaello per le scuole primarie. Secondo me potrebbe essere valida anche per una prima media, ma comunque, è un racconto in prima persona del viaggio dantesco. Non è in rima, ma qua e là spuntano le terzine dantesche. Essendo pensato appositamente per la scuola, di alcune parole più inusuali vengono lasciate le definizioni (per esempio nocchiero, tracotanza…). Potete sfogliarne un estratto qui, insieme a delle schede didattiche basate sul testo e un’ “intervista impossibile” a Dante: La Divina Commedia | Dai, leggiamo!
  • Ultimissimo titolo uscito a febbraio di quest’anno per la Mondadori, La Divina Commedia raccontata ai bambini di Annamaria Piccione. Purtroppo di questo titolo non posso dire molto, non sono riuscita a trovare nulla online. La copertina mi ha leggermente deluso. Pensato per un pubblico di riferimento dai 9 anni, è una versione anche questa romanzata dell’opera di Dante.
La Divina Commedia raccontata ai bambini
  • Divina Commedia di Dante Alighieri per bambini versi riassuntivi di Massimo Seriacopi e illustrazioni di Tommaso Levente Tani edito da Mandragora (Divina Commedia di Dante Alighieri per bambini – Mandragora). Questa è la versione più abbordabile in assoluto per bambini piccoli, anche di 4 anni, da leggere con i genitori. Una piccola chicca, anche perché è BILINGUE! Che figata!
La Mandragora è una piccola casa editrice fiorentina
  • Sempre della Mandragora, e sempre pensato per i più piccolini, Il viaggio di Dante. Un’avventura infernale testi di V. Jewiss, illustrazioni di A. Cantono di Ceva, da un’idea di C. Castenetto. È un racconto in rima che va bene anche per i bambini dai 4 anni, dove viene vigorosamente estirpata qualsiasi immagine cruenta. Ecco, per esempio, come viene introdotto il girone dei golosi:

Esce dal fango una bestia feroce

che ringhia e ghigna nel modo più atroce.

Che orrore! Che mostro! Com’è spaventoso!

È pronto a mangiare chi è troppo goloso.

“Oh no!” dice Dante, ormai disperato.

“Saprà che io mangio tutto quel cioccolato?”

Purtroppo non sono riuscita a trovarlo in biblioteca, mi sarebbe piaciuto tantissimo sfogliarlo tutto!!! Anche perché, tra quelli finora prodotti, pur discostandosi anche di molto dal prodotto finale, è quello che mi sentirei di consigliare per un’introduzione del Sommo Poeta già in prima o seconda elementare. In questa versione Dante è un bambino che scappa di casa la sera, e porta con sé il suo pupazzo Virgilio. Devo ammettere che mi sono innamorata di quel poco che ho visto di questo libricino online, sto seriamente valutando l’acquisto (news: non è disponibile su Amazon).

Prima di concludere l’articolo di tengo a suggerire anche un sito dove si trova una versione animata dell’intera Divina Commedia, pensata per bambini delle elementari. Può essere un valido approccio, soprattutto durante la DAD: Ufotto Leprotto by Umberto Forlini

Finisce qui la prima parte (anche l più corposa, lo anticipo subito) di questo Dantedì diviso in 3. Ci tengo a ribadire che, nonostante questa divisione netta, molti libri che io ho inserito nella sezione “per bambini” possono andare benissimo pure per un lettore più grandicello (per dire, io li ho letti alla mia veneranda età)!

Alla prossima (volevo dire domani ma, incredibile a dirsi, sono in ritardo).

A NONONONO FERMI!!!Dimenticavo un’ultima cosa. Ho trovato per caso una canzone dello Zecchino D’oro dedicata a Dante!!!! Si intitola Una commedia divina e mi piace da morire!! Adesso sto cercando di fare in modo che mia nipote di un anno e mezzo si intrippi con questa canzone, così posso ascoltarla impudentemente anche in pubblico senza sembrare completamente pazza! Vi lascio qui la versione animata che mi fa morire!!! Prima o poi la proporrò anche a scuola con una scusa qualsiasi!!!

9 Comments

  1. Vero?????? Prima del lockdown avevo pensato di proporla pure ai bimbi delle elementari, mannaggia!!! Sono ancora in fissa, peggio di un tormentone estivo (fortunatamente posso usare come scusa mia nipote per ascoltarla indiscriminatamente una decina di volte al giorno senza sembrare pazza) 😀 😀

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...