Gli ultimi due titoli su Dante – poi la smetto di perseguitarvi con il Sommo

In onore del Dantedì di quest’anno, il 25 marzo, avevo preso l’incauta e avventata decisione di proporre una serie di titoli per bambini e ragazzi su Dante (qui, qui e qui).

Molti dei titoli di cui avrei voluto parlare sono disponibili, sì, ma solo adesso, con mesi di ritardo!

Per esempio Il mio amico Dante di Geronimo Stilton, che io desideravo ardentemente poter leggere. O il romanzo dalla copertina più triste di tutti, L’amore segreto. Vita di Dante Alighieri. O ancora, un altro libro ultimissima uscita, I mostri di Dante, o il numero di Artedossier dedicato a Dante o Dante Alighieri: superbo, ambizioso e sprezzante, una nuova biografia per ragazzi. E pure PaperDante, che io cercavo come una matta.

AAAARGH.

Dove cavolo erano tutti questi titoli quando li cercavo, a marzo? Quando stavo impazzendo per trovare qualcosa????

Maledetti.

[Breve e doverosa nota informativa: il sistema bibliotecario di cui fa parte la mia biblioteca ha un catalogatore unico che ha dei tempi biblici].

Ci ho pensato su, e il materiale nuovo era tanto, abbastanza da completare un nuovo articolo. Ma, onestamente, mi sono detta: “Ok, quante altre idee stai accantonando per Dante? Che sì, figo quanto vuoi, Sommo quanto vuoi, però non è che ci sia solo lui”. E quindi con grande rammarico che ho deciso di non proseguire la bibliografia aggiungendo gli ultimi titoli della lista. Rammarico perché alcuni titoli li volevo davvero leggere! Il Dante di Stilton l’ho cercato pure online per vedere almeno delle misere preview, ma NIENTE! Aaaargh.

Poi mi sono chiesta: Ma a giugno ci sarà ancora qualcuno che vorrà leggere altra roba su Dante? Magari spaparanzato sotto l’ombrellone? Non sarà venuto a noia? A me sì.

Quindi dopo questi libri la finisco di ammorbarvi sul caro Dante, che va bene essere Sommi e tutto quello che vuoi, ma dopo un po’ è troppo. Anche perché questi libri sono stati una semi delusion.

Parto con La divina commedia di Dante Alighieri raccontata da Roberto Mussapi e illustrata da Giorgio Bacchin, edita dalla Jaca Book nel 2008. Il libro fa parte di una collana dedicata a diverse opere teatrali (altre opere dello stesso tenore sono L’avaro di Molière o La tempesta di Shakespeare). Il risultato non mi ha convinto per nulla: si tratta di un albo illustrato pensato per bambini già grandicelli.  Innanzitutto va bene il riassunto, ma qui si esagera un pochetto. Di tutto Dante rimane ben poco nelle 26 pagine del libro. Se poi aggiungo che la metà sono illustrate, capire che rimane il minimo. Dodici pagine dedicate all’inferno, una al Purgatorio e una al Paradiso. The end. So che proprio quest’anno è uscita una nuova edizione (o nuova opera) dello stesso duo scrittore/illustratore sulla Divina Commedia, ma non so dirvi nulla di più.

Piccola postilla al sito della JacaBook: è orrendo. Fortunatamente lo stanno sistemando ma è brutto forte, e per dirlo io ce ne vuole.

La Divina Commedia raccontata ai bambini

In La divina Commedia raccontata ai bambini di Annamaria Piccione (Mondadori, 2021) c’è sicuramente un’attenzione un po’ più approfondita ai dettagli, ma resta un’opera tutto sommato dimenticabile. Per dire, l’edizione che aveva preparato la Mursia a inizio anni ’90 secondo me è tuttora migliore.

Di quest’ultima opera non posso mostrarvi le tavole perché l’ho letta in formato elettronico. I disegni acquarellati sono anche carini, ma secondo me il tratto lieve e morbido dei personaggi non è adatto al testo proposto. L’illustratore, Francesc Rovira (sì, si scrive proprio Francesc, senza la O finale), è molto molto bravo e disegna tutti questi personaggi pacioccosi (non saprei come meglio definirli), che però nell’ambito di questo progetto non c’azzeccano nulla. Un Dante patatone che incontra i dannati…ma come si fa? E infatti ci sono immagini molto vaghe sull’aldilà, ed è un peccato perché essendo Dante sadico e rancoroso, era pieno di iniziative anche molto originali per punire i suoi nemici (dove con ‘nemici’ includo anche il tizio che una volta gli aveva pestato per sbaglio il mignolo). Comunque, qui trovate il profilo Instagram di Francesc: Francesc Rovira (@francescrovirajarque) • Fotos y videos de Instagram

Rimane pochino, ecco. Un piccolo appunto: sul sito dell’editore si consiglia il libro ai bambini dai 6 ai 9 anni. Per intenderci i bambini di 6 anni vanno in prima elementare. Ora vorrei davvero proporre questo testo a dei bimbini così piccoli e vedere cosa spunta fuori. Per fare un paragone, adesso alla scuola estiva della mia città ai bambini di prima stanno proponendo Elmer l’elefante variopinto (un albo illustrato divenuto un classico).

Per intenderci, questa è una pagina di Elmer. Giusto per fare i confronti. Poi magari trovi i bambini interessati all’aldilà dantesco ma ne dubito fortemente. A meno che non sia presentato come una storiella, magari sotto forma di filastrocca (come Il viaggio di Dante, un’avventura infernale, di cui ho parlato brevemente qui). Fonte:9788804616405_1_0_2196_80.jpg (4052×2196) (ibs.it)

MAH. So che di questa stessa ‘collana’ (… raccontato ai bambini) esistono anche la Bibbia, i poemi omerici e l’Eneide.

Ok, finisce qui. Nonostante in biblioteca ora pulluli di libri e saggi su Dante, ormai io ho esaurito le energie e (per questo anno almeno) dico Bye Bye Dante. E benvenuta estate (in anticipo)! Spero che molti di voi siano belli spaparanzati al mare, oppure in un freddo rifugio a mangiare la polenta, o al fresco delle colline…insomma in vacanza!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...